Lunedì 23 gennaio 2017 -Francesco Petrarca letto da Emanuele Carucci Viterbi.

Lunedì 23 gennaio all’Astoria Hotel  Emanuele Carucci Viterbi, attore diplomato all’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico, in possesso di un notevole curriculum teatrale, è stato nostro ospite  per una serata dedicata al  Secretum, opera  in latino di Francesco Petrarca, che sviluppa un dialogo intimo tra il poeta stesso e Agostino d’Ippona. Il titolo per esteso De secreto conflictu curarum mearum (Sul conflitto segreto delle mie preoccupazioni) esplicita il contenuto di una confessione senza reticenze  delle colpe e dei più riposti pensieri. Dei tre libri che compongono l’opera il relatore ha privilegiato il secondo, nel quale si sviluppa l’analisi sull’accidia, il più subdolo degli impacci morali che si configura come incapacità di operare per eccesso di perplessità, come noia, indifferenza e scontento di sé e degli altri: oggi diremmo depressione. La lettura del testo, arricchita da notazioni appassionate e acute, ha suscitato interesse per la modernità di Petrarca. Emanuele Carucci Viterbi è stato ammirato, lungamente applaudito dai presenti per la bravura interpretativa e per la chiarezza nel rendere le due voci, del santo e del poeta, che si confrontano con verità. A chiusura dell’incontro non poteva mancare la proposta di alcuni tra i più noti sonetti del Canzoniere.

20170123_201050

La presidente Susanna Errera con l’attore Emanuele Carucci Viterbi.